Confronta gli annunci

Febbre da AIRBNB …

Febbre da AIRBNB …

Andiamo indietro di 15 anni e ripensiamo alla fine degli anni 90 quando si organizzano i funerali della New Economy e si grida allo scandalo per la bolla delle dot.com. Facciamo qualche riflessione sull’impatto della tecnologia e sulle dinamiche socio-economiche di questi ultimi anni per capire che non c’è stato nessun funerale e al contrario…. Dalla fine dell’eccitazione del “Nasdaq è” il tempo è volato e il mondo della rete è stato nuovamente scosso dalle rivoluzionarie e brillanti pensate di Marc Zuckerberg.

Quando Rousseau diceva “l’uomo è un animale sociale che tende ad aggregarsi” non si poteva certo immaginare quanto fosse potente la scorciatoia per l’aggregazione in rete; Condividere pensieri, gioie e dolori on-line apre la breccia a nuovi punti di incontro dove ci si accorda silenziosamente per scambiare pagine di una bacheca on-line con dati  personali e intimi della propria esistenza. In questi anni Marc sta mettendo a punto il suo giochino mentre Steve Jobs presenta al mondo il primo ‘telefono intelligente‘. E’ un’altra rivoluzione, cambiano nuovamente le regole del gioco…. Il potere usare un telefono, toccando lo schermo, per compiere operazioni che prima si potevano fare solo con il computer apre nuove inaspettate frontiere.

Nasce l’era del ‘there’s an app for that’ che tradotto significa: ‘per qualsiasi cosa tu voglia fare, esiste un applicazione’. I nostri vecchi l’avrebbero chiamato ‘software’, ‘programmino’ adesso si chiamano app (applicazioni). Le app spaziano davvero in tutti i settori e stravolgono regole di mercato quasi secolari. Le app sono gratis e nella maggior parte dei casi i guadagni derivano dalla fruibilità’ del servizio o ancora un volta dalla pubblicità. Le app hanno la grande forza di mettere in comunicazione diretta offerta e domanda eliminando mediatori e riducendo sensibilmente i costi di accesso al servizio. E’ l’epoca di Uber che trasforma gli autostoppisti in organizzati consumatori del trasporto e l’epoca di Airbnb che trasforma i proprietari di piccoli e grandi immobili in piccoli albergatori.

Nel 2000 avreste mai pensato di accogliere uno straniero in casa vostra per poche decine di euro? Certamente no! Oggi, si. Ed ecco che la tecnologia, i sistemi di pre-payment, la rating philòsòpy si fanno strada anche fuori dal paese stelle e strisce e convergono in piattaforme uniche dove consumatori e distributori di servizi possono radiografarsi e decodificarsi come cagnolini al primo incontro, secondo nuove regole del moderno galateo. Certo, l’analisi meriterebbe un approfondimento… ‘sono convergenze’, direbbe qualcuno. Basti pensare che questo non sarebbe stato possibile se Larry Page e Sergey Brin (i fondatori di Google) non avessero deciso di mappare l’intero pianeta e se Brian Chesky (fondatore di Airbnb) non avesse deciso di esonerare dai diritti di agenzia milioni di piccoli proprietari, convincendoli a rendere pubblica la propria stanza da letto al mondo intero…

Sta di fatto che oggi siamo in piena febbre… Vero, è la febbre Airbnb! E’ una pandemia che si espande su scala mondiale e che sembra mettere in imbarazzo anche il mondo statico degli albergatori fermi alle vecchie, tradizionali regole del caro Monopoli. Così l’appartamento della nonna che i nipotini snobbavano, oggi potrebbe rappresentare un’interessante fonte di reddito e magari contribuire ad arrivare meglio a fine mese. In un paese che conta il più alto numero di sfratti al mondo (6,700 nel 2015) ed il più alto numero di immobili di proprietà (81% degli Italiani possiede almeno un immobile) beh, il mercato non manca certo… In questo scenario quali sono i rischi della corsa all’oro? Quali sono le possibilità reali che il carro si svuoti? Come evitare di commettere errori e passi falsi?

Andrea Angius – Fondatore del marchio Holiplanet – Affitti A Breve

Autore Best Seller del libro  “Fare soldi con Airbnb

Post correlati

Marche, una regione da scoprire

Marche, tra mare e colline Da un lato la catena appenninica, dall’altro la costa adriatica e, in...

Continua a leggere
di Andrea Angius

Disintermediare ma come?

Disintermediare è un termine importato dal mondo bancario e che avrete difficoltà a a trovare nei...

Continua a leggere
Marc Partiti
di Marc Partiti